PDA

Visualizza Versione Completa : Aggiornamento da Windows 7 a Windows 8.1



longiac
11-08-14, 19:57
Dal sito di Microsoft ho acquistato il CD di Windows 8.1 per procedere all'aggiornamento del mio pc nel quale attualmente vi è il s.o. Windows 7 - Si può fare l'aggiornamento da "zero" cioè formattando l'hard disk oppure sovrascrivendo il nuovo s.o. sul vecchio: quale è il sistema migliore? A parte modificare il boot per renderlo adatto a far partire il pc dal lettore CD, quale altro suggerimento potete darmi?
Grazie.

rollis13
11-08-14, 23:19
Passando da 7 direttamente a 8.1 è come fare un formattone pertanto è necessario prima mettere al sicuro i propri dati, impostazioni, ecc. in modo da poterli recuperare successivamente.

simo90mj
03-09-14, 10:36
ciao a tutti! Mi aggiungo a questa discussione per un quesito: ho un Acer Aspire 5750G con processore I5-2410M 2.3 Ghz con boost a 2.9 Ghz, su cui vorrei mettere win 8.1 al posto del 7...non penso abbia problemi a farlo girare perchè ho un altro pc con un Pentium 987 e win 8.1 gira bene.
Acer ha al suo interno una procedura per fare ripristino e formattazione in caso di problemi che riporta il sistema alle condizioni di fabbrica senza utilizzare cd...se metto win 8.1 perdo questa procedura interna? Lo chiedo nel caso volessi riportare il pc allo stato originario con win 7. Quando l'ho comprato ho creato dei cd di ripristino seguendo la procedura che mi ha indicato, ma non ho mai provato ad utilizzarli...Vorrei solo essere sicuro che una volta messo win 8, se volessi tornare indietro posso farlo senza problemi. Grazie per l'aiuto!

sarevede
03-09-14, 13:10
nessun problema, l' installazione di Windows 8.1 non influisce sulla partizione del ripristino [recovery]

simo90mj
03-09-14, 15:08
Quindi mi rimarrà sempre la funzione recovery di win 7 ? In Acer si chiama "Acer eRecovery Management"

sarevede
03-09-14, 16:47
durante l'installazione di Windows 8.1 devi solo fare attenzione a non cancellare [formattare] la partizione "Recovery" quindi per sicurezza segnati la lettera che occupa tale partizione, inoltre, probabile che verrà creata una partizione per il 'sistema' di circa 100 Mb, anche questa non va eliminata, serve per l'avvio

emag
03-09-14, 22:59
In Win 8.1 la partizione primaria riservata per il sistema pesa 350 MB ( 100 per Win7 ) , la sua funzione è per Bit Locker ( criptazione del File System ) e per le funzionalità di ripristino del sistema. La prima funzione puo' non essere utile , la seconda, invece, può essere importante, ma la stessa funzionalità la si ottiene avviando il computer con il DVD di installazione di Windows 7 , i file di boot possono trovare spazio nella partizione dove è installato Win 7/8 , quindi se non si usa Bit Locker questa partizione puo' anche non essere installata , in genere chi ha la necessita' di avere a disposizione una partizione in piu' , dato che il limite è di 4 partizioni primarie e una la occupa la partizione riservata per il sistema , segue una procedura per fare in modo che la partizione non venga creata durante l'installazione .

sarevede
04-09-14, 14:57
A me non risulta,
in Windows 8.1 la partizione di sistema [EFI] risulta di 100 Mb [il mio portatile] è come un contenitore per i file di avvio di Windows, quindi include il "boot manager"
All'avvio del pc o portatile il bootmgr legge i dati BCD (Boot Configuration Data) necessari per selezionare l’ avvio del sistema operativo [o di un sistema operativo ]inoltre il boot viene automaticamente criptato con BitLocker
la partizione di sistema non ha le funzionalità di ripristino del sistema [100 Mb sono pochi] viene creata un’altra partizione da 499 Mb
il limite è di 4 partizioni primarie si può raggirare facilmente oppure creare partizioni logiche

emag
04-09-14, 17:25
Non sappiamo se longiac possiede la Tecnologia ( UEFI ) che sostituisce il BIOS , io mi riferivo a un'architettura classica :
http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?tag=Partizione-riservata-per-il-sistema-di-Windows-7-che-cos-e-a-cosa-serve-e-come-puo-essere-eliminata_9585
e non alla nuova architettura dell' UEFI :
Partizionamento GPT: nuovo standard per la gestione delle partizioni del disco, che sostituisce l'MBR (Master Boot Record) e quindi utilizzo di sole partizioni primarie senza più la necessità di partizioni estese e logiche.
Partizione EFI: è una partizione in formato Fat32 collocata all'inizio del disco e necessaria per l'avvio dei sistemi operativi.
Secure boot: sistema attraverso il quale il computer permette l'avvio di un sistema operativo solo se dotato di una determinata chiavi di sicurezza. È una modalità introdotta con Windows 8.
Modalità legacy: modalità compatibile con i vecchi BIOS.
Il funzionamento delle unità logiche contenute nelle partizioni estese è analogo a quello delle partizioni primarie, con la differenza che non possono essere utilizzate per avviare un sistema operativo , rimane comunque necessaria una partizione di sistema primaria ed avviabile, su cui vengono posti i file di inizio del boot , questo nel caso non si utilizzi UEFI , Altrimenti con Partizionamento GPT si possono creare fino a 128 partizioni primarie .
Ciao .

sarevede
04-09-14, 18:08
dal momento che l'utente installa Windows 8.1 ha automaticamente la tecnologia UEFI

spadone
04-09-14, 18:57
Ho eliminato un messaggio doppione.

Scusa Sarevede, non credo di aver compreso appieno la tua frase "dal momento che l'utente installa Windows 8.1 ha automaticamente la tecnologia UEFI"

Windows 8 supporta in maniera nativa la tecnologia UEFI 2.0+ , tuttavia suppongo che sia sempre il PC a dover adoperare Bios oppure Uefi.
Non è detto che installando Win 8 su un PC provvisto di solo Bios l'utente si ritrovi Uefi. O sbaglio ?

sarevede
04-09-14, 21:25
mi baso su pc +/- recenti con Windows 8/8.1 che usano UEFI e hanno la Modalità legacy [BIOS legacy] per garantire la compatibilità con i sistemi operativi più vecchi come Windows 7
per il doppione e eventuali errori di grammatica, prendi in considerazione che sono straniero, olandese con moglie italiana, in questo momento scrivo dall' Italia, sono in vacanza

spadone
04-09-14, 21:39
La grammatica è ottima. Complimenti. Avevo solo informato del motivo della cancellazione.

Come affermato nel primo post, il PC è un Aspire 5750G (modello di circa 3 anni fa) e che, salvo smentite, prevede il solo Bios.
Buona continuazione di vacanze, sperando che il tempo migliori un pò. Ciao

* rileggendo la discussione ho notato l'accavallarsi di due situazioni e utenti diversi. In effetti non sappiamo che modello sia il primo pc, ma non si può dare per certa la presenza di UEFI.

emag
04-09-14, 23:43
Potrebbe verificarsi questa possibilita' in PC non recenti " Il firmware del PC non supporta l'avvio protetto, quindi non è possibile utilizzarlo in Windows 8.1. " , prima dell'acquisto andrebbe verificato :
http://windows.microsoft.com/it-it/windows-8/upgrade-assistant
Rinnovo i complimenti per la grammatica ,
Ciao .

simo90mj
14-09-14, 16:12
Ho controllato e l'avvio protetto non è supportato... premesso che non ho ben capito il vostro discorso :smug: mi interessa sapere se posso mettere win 8.1 e utilizzarlo senza problemi e se posso tornare a win 7 con la procedura di recovery integrata senza problemi.
Aggiungo che la partizione di ripristino non ha una specificata lettera per cui come faccio a sapere che lettera ha, quando vado a installare win 8.1 ?

http://imagizer.imageshack.us/v2/150x100q90/661/jAtL21.jpg (http://imageshack.com/f/idjAtL21j)

sarevede
15-09-14, 12:21
Puoi installare win 8.1 senza problemi se hai la licenza [key=seriale]e puoi sempre ritornare a win7 con il recovery.
Per la partizione di ripristino ti basi sullo spazio che occupa [+/- 15 GB] mentre la partizione dove installi win 8.1 è di circa 580 GB

simo90mj
15-09-14, 16:45
ok tutto chiaro!!! Grazie!!